Cistite e gravidanza

Tra le malattie infiammatorie del sistema genito-urinario, la cistite occupa un posto speciale. Molto spesso, la malattia colpisce le donne in gravidanza, la cui immunità è sotto forte stress a causa della situazione. Il trattamento della cistite durante la gravidanza è la chiave per la salute della donna e del nascituro.

donna incinta e cistite

Perché la cistite è pericolosa durante la gravidanza

La pielonefrite è la complicanza più pericolosa e comune della cistite avanzata. Questa condizione richiede il ricovero obbligatorio e il trattamento ospedaliero. Particolarmente preoccupato per le future mamme è la questione se la cistite possa essere pericolosa per un bambino.

Conseguenze per il bambino

Nonostante il fatto che il feto sia protetto in modo affidabile dalle infezioni esterne dalla vescica amniotica, con una forma avanzata di cistite, sorgono le seguenti conseguenze per il bambino:

  1. Nascita prematura o aborto spontaneo.
  2. Perdita d'acqua.
  3. Infezioni intrauterine.

Conseguenze per una donna

È importante capire che in assenza di trattamento, la cistite diventa una forma cronica, di cui è difficile liberarsi. Inoltre tra le possibili conseguenze ci sono:

  • infiammazione renale;
  • danno alla vescica;
  • paracistite;
  • infiammazione della mucosa;
  • incontinenza urinaria;
  • empiema della vescica;
  • cistite ulcerosa.

La cistite cronica o acuta nelle prime fasi della gravidanza, se non trattata, diventa causa di gravi patologie in una donna e nelle fasi successive provoca parto prematuro.

I sintomi della malattia

Tra i sintomi più comuni e evidenti della cistite durante la gravidanza ci sono i seguenti:

  1. Una colorazione delle urine torbida o rosata.
  2. La presenza di muco o gocce di sangue nelle urine.
  3. Dolore durante la minzione. Crampi particolarmente gravi si verificano nelle donne alla fine della minzione.
  4. Costante voglia di svuotare la vescica. A volte tali impulsi sono falsi o accompagnati dal rilascio di solo un paio di gocce di urina.
  5. Dolore alla vescica che peggiorerà se si preme sull'area.

A volte i sintomi della cistite durante la gravidanza vengono confusi con i cambiamenti fisiologici associati alla pressione dell'utero sulla vescica. È importante monitorare i tuoi sentimenti e visitare un ginecologo in modo tempestivo, che può fare la diagnosi corretta.

Trattamento

La terapia della cistite nelle donne in gravidanza consiste in un complesso di farmaci, ognuno dei quali è selezionato esclusivamente dal medico curante. In questo caso, il medico tiene conto di quanto i benefici della terapia supereranno i possibili rischi per il feto. Durante la terapia, una donna dovrebbe essere osservata da un ginecologo ed essere testata regolarmente. Solo in questo caso la cistite può essere completamente curata.

Terapia precoce della cistite

È importante capire che prima si inizia il trattamento, migliore sarà il risultato finale. Nelle donne in gravidanza, il trattamento per la cistite comprende i seguenti punti:

  • assunzione di farmaci;
  • rispetto del regime di consumo;
  • la nomina di una dieta speciale;
  • l'uso di ricette e tecniche popolari.

Nella prima settimana

La cistite nelle prime fasi, specialmente nella prima settimana, viene spesso confusa con le manifestazioni della gravidanza, e quindi molte donne ignorano la manifestazione della malattia fino a quando non diventa cronica o sorgono complicazioni. Il fatto è che con l'inizio della gravidanza, l'utero allargato inizia a premere sulla vescica, provocando una sensazione di trabocco e il desiderio di urinare. Tuttavia, con l'infiammazione, il dolore e il bruciore si aggiungono a questo sintomo.

Se la cistite è stata notata nella prima settimana di gravidanza, gli esperti stanno cercando di trovare una terapia "morbida". I metodi principali includono:

  1. Prescrizione di medicinali. Fondamentalmente, viene data la preferenza agli urosettici a base naturale.
  2. Rispetto del regime di consumo.
  3. Rispetto dell'igiene personale.

Se una gravidanza, il cui 1° trimestre è complicato da un'infiammazione della vescica, può essere interrotta, la donna viene ricoverata in ospedale.

Nel primo trimestre

Come in ogni altro caso, la terapia della malattia inizia con una diagnosi che consente di identificare l'agente eziologico dell'infiammazione. Successivamente, il medico seleziona un regime di trattamento. È importante capire che nelle prime fasi è necessario essere estremamente attenti nella scelta dei farmaci, poiché esiste un alto rischio di aborto spontaneo. In generale, l'insieme delle attività non è praticamente diverso da quelli che vengono nominati nella prima settimana. La cistite nel primo trimestre non dovrebbe essere trascurata.

Ricordare:l'automedicazione della cistite durante la gravidanza è inaccettabile, specialmente con l'uso di preparati farmaceutici. Tali misure rappresentano una minaccia diretta per la vita del nascituro.

Terapia della malattia nelle fasi successive

Nel terzo trimestre, così come nelle prime settimane, è importante selezionare con cura i farmaci. Alcuni di essi possono contenere sostanze che possono provocare contrazioni uterine. Il regime di trattamento nelle fasi successive è il seguente:

  • assunzione di farmaci antibatterici;
  • rispetto del regime di consumo;
  • l'uso di urosettici di origine vegetale;
  • la nomina di antidolorifici e antispastici, se necessario.

In alcuni casi, a una donna viene offerto di andare in ospedale per ridurre al minimo il rischio di complicanze.

Come trattare?

Per sbarazzarsi della malattia, è obbligatorio applicare:

  1. Antibiotici
  2. Farmaci ausiliari come analgesici o antispastici.
  3. Medicina tradizionale.
  4. Fitopreparati.

Importante:la selezione dei farmaci durante la gravidanza viene effettuata esclusivamente da un medico sulla base di un esame. Se uno specialista offre il ricovero in ospedale a una donna, in nessun caso dovresti rifiutare questa opportunità.

Trattamento farmacologico

Il trattamento farmacologico durante la gravidanza consiste nel combinare più gruppi di farmaci contemporaneamente. Questa misura consente non solo di distruggere la microflora patogena, ma anche di ridurre al minimo il rischio di ricaduta. Prima di iniziare la terapia, assicurati di visitare un medico che ti dirà cosa puoi prendere e perché dovresti astenerti.

Antibiotici

Per sopprimere la microflora patogena nella cistite e un recupero più rapido, sono necessari antibiotici durante la gravidanza. Inoltre, sono insostituibili se una donna ha un'esacerbazione della cistite. Di solito, durante il periodo di gravidanza, viene data preferenza ai farmaci con un minimo di effetti collaterali.

Gli antibiotici possono essere anche sotto forma di sospensioni, polveri e pillole per la cistite durante la gravidanza.

Ricordare:il dosaggio del farmaco e la durata del corso del trattamento sono determinati dallo specialista. È importante seguire le raccomandazioni del medico e completare completamente il corso prescritto, anche se la sensazione di cistite è passata, poiché se gli antibiotici vengono assunti in modo errato, i microrganismi sviluppano resistenza ai farmaci.

Fitopreparati

La forma di farmaco più preferita durante la gravidanza. Questi prodotti hanno effetti collaterali minimi e possono essere utilizzati durante la gravidanza. Funzionano bene con gli antibiotici e possono aumentare la loro efficacia.

I fitopreparati hanno le seguenti proprietà:

  1. Diuretico.
  2. Antinfiammatorio.
  3. Battericida.
  4. Immunostimolante.

A causa della composizione naturale, per ottenere un effetto terapeutico completo, è necessario un lungo ciclo di assunzione del farmaco. Nella forma acuta, i fitopreparati vengono bevuti per almeno 2-3 settimane. Il dosaggio è determinato da un medico che sa come trattare la cistite in una donna incinta.

Candele

Le supposte nelle donne in gravidanza possono essere prescritte durante la gravidanza, sia nelle prime fasi che nell'ultimo trimestre. Tali farmaci sono più sicuri degli antibiotici sotto forma di compresse, poiché non influiscono sul funzionamento del tratto gastrointestinale. Inoltre, vengono rapidamente assorbiti nel flusso sanguigno e iniziano ad agire.

etnoscienza

Fondamentalmente, la medicina tradizionale per le donne in gravidanza suggerisce l'uso di decotti di erbe medicinali come agenti terapeutici. Le ricette comuni includono:

  1. Decotto di rosa canina. Per fare questo, versare 3 cucchiai di rosa canina con un bicchiere di acqua bollente e cuocere a bagno di vapore per circa 10-15 minuti. Dopodiché, il brodo viene lasciato in infusione per 20 minuti, filtrato e preso ½ tazza 3-4 volte al giorno.
  2. Tè a base di foglie di ribes nero. Puoi bere con la cistite in qualsiasi momento. Per un drink, avrai bisogno di 9 cucchiai di foglie di ribes e 1, 5 litri di acqua bollente. Il tè viene infuso per 30-40 minuti, dopodiché viene bevuto durante il giorno.
  3. Succo di mirtillo. Un bicchiere di mirtilli freschi richiederà 1, 5 litri di acqua bollente. Le bacche vengono pre-schiacciate, quindi versate con acqua e infuse per 30 minuti. Per gusto, puoi aggiungere un cucchiaio di miele alla bevanda alla frutta. La bevanda viene consumata durante tutta la giornata.
  4. Bagni di camomilla. Viene preparato preliminarmente un decotto o un infuso a base di camomilla, a cui vengono aggiunti 1, 5 litri di acqua calda. In genere 1, 5 litri di brodo richiedono la stessa quantità di acqua. Il liquido viene versato in un bagno e lasciato riposare per 15-20 minuti. La temperatura dell'acqua non dovrebbe essere troppo calda, poiché ciò può provocare la contrazione uterina. I bagni non sono raccomandati nel primo trimestre di gravidanza.

Importante:l'uso di metodi di medicina alternativa durante la gravidanza è consentito solo previa consultazione con il medico curante.

rimedi popolari per il trattamento della cistite durante la gravidanza

Cistite acuta durante la gravidanza

La forma acuta della malattia di solito si manifesta improvvisamente ed è caratterizzata da sintomi gravi. Fattori come:

  • diminuzione dell'immunità e disturbi ormonali che si verificano durante la gravidanza;
  • tendenza a reazioni allergiche;
  • compressione di vene e vasi sanguigni nella vescica. Nelle donne in gravidanza, questo motivo è il più comune, poiché l'utero allargato comprime le vie urinarie
  • vescica, interferendo con il flusso sanguigno completo;
  • superlavoro, tipico delle donne in gravidanza;
  • ipotermia;
  • lo stress meccanico è un altro motivo tipico delle donne in gravidanza associato alla pressione sulla vescica.

Per determinare che ti trovi di fronte a questa forma della malattia, i seguenti sintomi nelle donne in gravidanza consentono:

  1. Voglia costante di andare in bagno.
  2. Dolore nella parte inferiore, peggio quando premuto.
  3. Tracce di sangue nelle urine.
  4. Aumento della temperatura corporea fino a 38 gradi.
  5. Scarico acquoso con un odore sgradevole.

Cistite cronica durante la gravidanza

La ragione principale per lo sviluppo della cistite cronica nelle donne in gravidanza è la cistite acuta, che non è stata completamente curata. In questo caso, una donna è preoccupata per i seguenti segni di cistite durante la gravidanza:

  • frequente bisogno di usare il bagno;
  • dolore durante la minzione;
  • dolore addominale inferiore;
  • falsa voglia di usare il bagno.

La cistite cronica si manifesta durante la bassa stagione, quando l'immunità di una donna è ridotta. Tuttavia, durante la gravidanza, le ricadute della malattia si verificano molto più spesso.

Il principale pericolo di cistite cronica è l'aumento del rischio di infiammazione che passa nei reni. In questo caso, si sviluppa pielonefrite che, in assenza di aiuto, porta alla disabilità e persino alla morte. Inoltre, durante il parto possono verificarsi gravi complicazioni, comprese tali complicazioni e infezioni del bambino durante il passaggio attraverso il canale del parto.

Il processo infiammatorio che colpisce il sistema genito-urinario durante la gravidanza rappresenta una minaccia diretta non solo per la madre, ma anche per il nascituro. La terapia della malattia durante questo periodo viene eseguita sotto la supervisione di uno specialista. È importante sapere esattamente come trattare adeguatamente la cistite durante la gravidanza!